Associazione culturale multidisciplinare a carattere iniziatico

Mostra contenuti secondari Nascondi contenuti secondari

Silentium

 Silenzio. Il motto e il miglior atteggiamento del Novizio che farà propria questa difficile condizione mentale in virtù di un'elevata dose di tenacia, determinazione e coraggio, al fine di ottenere una concentrazione maggiore volta ad un'analisi introspettiva più intensa e interiorizzante. Il Novizio imparerà così a dar voce al silenzio, e a gestirlo proficuamente. L'aspetto energetico sarà risvegliato, sviluppato e potenziato, in modo da agevolargli e facilitare, al termine del mandato, l'accesso al proprio spazio sacro, stato necessario ed utile per affrontare con audacia il livello di apprendimento successivo.

Diverrà un temibile Guerriero..

Ordo Ab Chao

Si comincia a fare ordine dal caos, questo il Guerriero si sforzerà di fare. Combattendo senza tregua contro tutte le avversità egoiche che sottilmente s'insinuano sul piano intellettuale, culturale nonché spirituale. Un controllo più consapevole di sè, metterà in condizione favorevole il Guerriero che ha imparato a gestire meglio l'ambiente mentale a seguito di un adeguato addestramento da Novizio, dove ancora si avvicendavano tumulti e moti altalenanti di pensiero quanto umorali, con-cause di atteggiamenti imprudenti e controproducenti. Una mente sottoposta ad una rettifica di vasta portata, grazie anche a pratici ed efficaci esercizi coinvolgenti le sfere psicologica, immaginifica e fisica, porrà il Guerriero d'innanzi al livello superiore che gli permetterà di ambire al più alto riconoscimento: La nobiltà di un Cavaliere.

Nosce Te Ipsum

Conoscere se stessi.. una chimera dettata semplicemente dalla più ingenua speranza umana? Forse. Eppure anche le menti più eccelse si sono spese in questioni esistenziali che sottintendono a tale massima iscritta nel famoso Tempio di Apollo.Grazie all'esperienza maturata sul campo, il nobile Cavaliere ha ben compreso come disporre al meglio dei propri modelli mentali e comportamentali, così da conquistarsi l'abilità di muoversi in sintonia con le stelle nel tracciare il proprio destino. Una vita meno passiva e trascinata dagli eventi, lascia il posto ad un'espressione di Libertà che si riverbera sugli ambiti diversi in cui il Cavaliere opera. Rafforzerà il suo estro divenendo il grande artista della sua vita, dipingerà la sua tela e voterà la sua esistenza all'allineamento degli universi interiore ed esteriore, la "realtà" di cui si fa esperienza. Impostato e ben centrato su se stesso, il Cavaliere si muoverà con disinvoltura non solo nell'abituale dimensione terrena, ma agevolmente, anche, tra Cielo e Terra.

E difatti L'Opera al Nero è compiuta, ma la perfettibilità dell'uomo continua.. 

Lo spazio e il tempo non sono condizioni in cui viviamo, ma modi in cui pensiamo.